Obiettivi formativi specifici

 Il modulo "Transitori idraulici" (seconda parte dell'insegnamento di "Impianti idroelettrici e Transitori idraulici"si propone di fornire i concetti fondamentali relativi alla fenomenologia del moto vario nelle correnti in pressione e alla sua modellazione matematica. Al termine dell'insegnamento, lo studente deve inoltre essere in grado di effettuare le verifiche idrauliche in condizioni di moto vario per alcuni impianti tipici (impianti idroelettrici e impianti di pompaggio).

Programma del corso

Introduzione:

  • Generalità sui fenomeni di moto vario negli impianti idroelettrici e negli impianti di pompaggio
  • Approccio elastico e anelastico e relative equazioni
  • Oscillazione di massa:descrizione del fenomeno; equazioni; risoluzione analitica e numerica
  • Colpo d'ariete: descrizione del fenomeno; equazioni; risoluzione numerica con il metodo delle caratteristiche; analisi delle principali condizioni al contorno; cenni ai problemi di colpo d'ariete associato a fenomeni di cavitazione
  • Metodi speditivi per il calcolo del colpo d'ariete: manovra brusca e lenta; formule di Allievi e di Michaud
  • Attenuazione del colpo d'ariete: casse d'aria (dimensionamento e verifica)

Prerequisiti

Devono essere noti i concetti fisici e le relative schematizzazioni matematiche fornite negli insegnamenti di base dell'Idraulica

Tipologia delle attività formative

Lezioni (ore/anno in aula): 16

Esercitazioni (ore/anno in aula): 10

Attività pratiche (ore/anno in aula): 0

Materiale didattico consigliato

Il materiale didattico è caricato sulla piattaforma Kiro.


Modalità di verifica dell'apprendimento

 l'esame di "Transitori idraulici" si svolge in forma scritta.