PROGRAMMA DEL CORSO
A differenza degli scorsi anni, il corso avrà una struttura di laboratorio dedicato alla lettura integrale della tragedia "Oreste” di Euripide, che verrà considerata come testo esemplare per un'interrogazione sul nesso tra processo, diritto e politica.
Gli studenti saranno attivamente coinvolti nella interpretazione critica e nell'appropriazione personale del testo anche in una prospettiva multidisciplinare con riferimento al diritto, alla filosofia ed alle arti.


RICONOSCIMENTO DEL CORSO (CFU)
Il corso può essere scelto come insegnamento a libera scelta e consente, nel caso di superamento dell'esame, l'acquisizione di 3 CFU.

Il corso è dedicato all'analisi e alla contestualizzazione dei principali concetti attraverso cui il diritto è pensato ed esperito. Il corso si svolge prevalentemente attraverso la lettura ed il commento di alcuni testi-chiave sia di giuristi, sia di teorici del diritto, sia di altri studiosi che hanno tematizzato la giuridicità come dimensione centrale e peculiare dell'agire umano.

Testi per la preparazione dell'esame

La bibliografia varia a seconda che gli studenti siano frequentanti o non frequentanti.

Per gli studenti frequentanti, la bibliografia comprende, oltre alle fotocopie dei testi letti a lezione (che saranno raccolti in una dispensa), il seguente volume:

- G. Azzoni, Nomofanie: esercizi di Filosofia del diritto, Torino, Giappichelli, 2017 (limitatamente alle parti che saranno lette o indicate a lezione).

In aggiunta, gli studenti frequentanti, che lo vorranno, potranno redigere una relazione scritta su uno dei temi svolti nelle lezioni.

Articoli e documenti utili sono presenti nel blog del Centro di Etica Generale e Applicata: http://blog.centrodietica.it/.

Gli studenti che avessero frequentato negli scorsi anni e non avessero ancora sostenuto l'esame, saranno esaminati sul programma dell'anno di frequenza.

Per gli studenti non frequentanti, l'esame verterà sui seguenti due volumi:

- N. Bobbio, Teoria generale del diritto, Torino, Giappichelli, 1993;

- G. Azzoni, Nomofanie: esercizi di Filosofia del diritto, Torino, Giappichelli, 2017, limitatamente ai seguenti otto saggi (di cui si consiglia lo studio nell'ordine che segue): La convivenza in una società plurale: eclissi o ritorno del diritto?; Libertà d'espressione e rispetto; Una pólis nella successione delle generazioni; Dignità umana e diritto privato; Dignità umana, dipendenza reciproca, felicità comune; La pazienza e il diritto; Solennità della forma e sostanzialità giuridica; Il cavallo di Caligola.

Si consiglia di iniziare lo studio con il volume di Bobbio.

Gli studenti non frequentanti, ma comunque iscritti negli scorsi anni e che non avessero ancora sostenuto l'esame, potranno essere esaminati, qualora lo desiderino, sul programma del loro anno.

Il corso ha l'obiettivo di presentare le principali problematiche giuridiche poste dalle scienze della vita attraverso l'esame critico di alcuni concetti fondamentali della filosofia e teoria del diritto (persona, corporeità, autonomia, solidarietà, responsabilità, etc.) alla luce dei nuovi sviluppi della biologia, della medicina e della scienza del farmaco.

Il corso si articola in una parte generale e in una più ampia parte speciale. Nella parte generale è tematizzato il nesso tra organismo vivente e giuridicità, con particolare riferimento alla corporeità umana. Nella parte speciale sono analizzate le problematiche bio-giuridiche oggi più attuali: consenso informato, rifiuto/rinuncia delle cure, eutanasia, testamento biologico, chirurgia estetica e modificazioni corporee non funzionali, doping e potenziamento, procreazione e genitorialità, morte e suo accertamento, trapianti, sperimentazione clinica.

Testi per la preparazione dell'esame

La bibliografia richiesta per l'esame comprende solo i materiali presentati a lezione (che, come gli anni scorsi, saranno disponibili on-line nello spazio Kiro dell'Università di Pavia).

Numerosi documenti e articoli pertinenti sono presenti nel blog del Centro di Etica Generale e Applicata (http://blog.centrodietica.it/) sotto la category "bioetica e biodiritto”.

Il corso esplora le mutue interrelazioni tra il diritto e letteratura.
La parte principale del corso è dedicata ad esaminare i modi di rappresentazione del diritto in differenti contesti culturali e storici: dalle tragedie della Grecia classica ad alcune opere di autori moderni e contemporanei (Shakespeare, Dickens, Melville, Kafka, Handke, W. Gibson).
Gli studenti sono attivamente coinvolti nella lettura di alcuni testi esemplari.

Calendario: http://blog.centrodietica.it/wp-content/uploads/2016/03/dirittoletteratura_2016.pdf 

Altre informazioni e materiali sul corso sono disponibili al seguente link:

http://blog.centrodietica.it/?p=3742